Esportazione
Rifiuti secondo
Regolamento (CE)

L’esportazione di rifiuti pericolosi e non, amplia le possibilità di conferimento, grazie al nostro accesso diretto ad impianti esteri.

Ci occupiamo di:

1.
Richiesta di notifica e relative informazioni processo di produzione del rifiuto, impianti intermedi e non intermedi di recupero o smaltimento, caratterizzazione del rifiuto, individuazione autorità competenti coinvolte nella spedizione transfrontaliera, documento di notifica mod. 1A


 
ares-esportazione-gestione

 

2.
Gestione completa della richiesta di notifica verso le autorità, i detentori, gli impianti e i trasportatori.

ares-esportazione-caratterizzazione

3.
Caratterizzazione del rifiuto secondo Codice di Basilea, codici di Lista verde e ambra dei rifiuti e relative miscele, con espletamento obblighi di informazione per i rifiuti della lista verde.


 
ares-esportazione-trasporto

4.
Trasporto dei rifiuti destinati al conferimento, mezzi di trasporto previsti e itinerario, comprese eventuali alternative in caso di circostanze impreviste e a norma di legge di ogni singolo Paese di esportazione.

ares-esportazione-autorizzazioni

5.
Ottenimento delle autorizzazioni di tutte le Autorità Competenti dei Paesi di spedizione, di transito e di destinazione dei rifiuti all’interno dell’Unione Europea (documento di movimento 1B) e gestione richieste di integrazione documentazione.

Rappresenti un impianto di smaltimento all’interno dell’Unione Europea?

Ares pre-seleziona impianti dislocati nei paesi dell’Unione Europea ad accettare rifiuti provenienti da altri Paesi nel rispetto del Regolamento Europeo (CE) nr. 1013/2006 e della Convenzione di Basilea.

ares-icona-smaltimento-europa

Rappresenti un impianto di smaltimento all’interno dell’Unione Europea?

Ares pre-seleziona impianti dislocati nei paesi dell’Unione Europea ad accettare rifiuti provenienti da altri Paesi nel rispetto del Regolamento Europeo (CE) nr. 1013/2006 e della Convenzione di Basilea.

ares-icona-smaltimento-europa
Italiano